In seguito al migliorarsi della situazione sanitaria le attività della Sezione possono essere riaperte nel rispetto delle direttive del CAS Centrale e delle Autorità Cantonali e Federali. Per informazioni e per iscrizione alle attività rivolgersi ai singoli capi-gita.
Aprile

Maggio 2020

Giugno
L
M
M
G
V
S
D
28
29
30
31
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
1
2
3
4
5
6
7
Eventi di Maggio

1

Nessun evento
Eventi di Maggio

2

Eventi di Maggio

3

Nessun evento
Eventi di Maggio

4

Eventi di Maggio

5

Nessun evento
Eventi di Maggio

6

Nessun evento
Eventi di Maggio

7

Eventi di Maggio

8

Nessun evento
Eventi di Maggio

9

Nessun evento
Eventi di Maggio

10

Nessun evento
Eventi di Maggio

11

Eventi di Maggio

12

Nessun evento
Eventi di Maggio

13

Nessun evento
Eventi di Maggio

14

Eventi di Maggio

15

Nessun evento
Eventi di Maggio

16

Nessun evento
Eventi di Maggio

17

Nessun evento
Eventi di Maggio

18

Nessun evento
Eventi di Maggio

19

Nessun evento
Eventi di Maggio

20

Nessun evento
Eventi di Maggio

21

Eventi di Maggio

22

Nessun evento
Eventi di Maggio

23

Nessun evento
Eventi di Maggio

24

Nessun evento
Eventi di Maggio

25

Nessun evento
Eventi di Maggio

26

Nessun evento
Eventi di Maggio

27

Nessun evento
Eventi di Maggio

29

Nessun evento

Scialpinismo

Grado di difficoltà Requisiti
MS medio sciatore Terreno facile, pendii ampi e privo di ostacoli, possibili cadute non causano ferimenti di rilievo (brevi scivolate).
BS buon sciatore Pendenze fra i 30° a 40°, terreno piuttosto liscio, pendii aperti con brevi tratti ripidi, conversioni in salita
OS ottimo sciatore Pendenze fra i 40°a 45°, pendii interrotti da fasce rocciose, buona tecnica delle conversioni, tecnica del corto raggio necessaria, con neve dura una caduta può essere letale
MSA medio sciatore alpinista Terreno facile, pendii ampi e privo di ostacoli, possibili cadute non causano ferimenti di rilievo (brevi scivolate)
Alpinista: corti passaggi a piedi senza utilizzo di materiale tecnico
BSA buon sciatore alpinista Pendenze fra i 30° a 40°, terreno piuttosto liscio, pendii aperti con brevi tratti ripidi, conversioni in salita.
Alpinista : corti passaggi con utilizzo di materiale tecnico (ramponi, piccozza)
OSA ottimo sciatore alpinista Pendenze fra i 40°a 45°, pendii interrotti da fasce rocciose, buona
tecnica delle conversioni, tecnica del corto raggio necessaria, con neve dura una caduta può essere letale
Alpinista: lunghi passaggi (> 40°) con utilizzo del materiale tecnico, spostamento in cordata in salita e/o discesa , calate, cresta da percorrere con gli sci sul sacco

Alpinismo

Grado di difficoltà Requisiti
F Alpinismo facile Terreno di marcia facile, cresta con grossi blocchi
PD Alpinismo poco difficile Il più sovente ancora terreno di marcia facile, passo sicuro. Passaggi d’arrampicata di 2° grado
AD Alpinismo abbastanza difficile Assicurazione necessaria a più riprese. Passaggi d’arrampicata più lunghi ed esposti
D Alpinismo difficile Buon senso nella scelta dell’itinerario e una buona manipolazione della corda è necessaria, lunghi passaggi d’arrampicata da assicurare con una sosta
M Alpinismo molto difficile Arrampicata su difficoltà continue, richiesta una buona manipolazione della corda e del materiale tecnico d’alpinismo

Racchette

Grado di difficoltà Requisiti
WT1 Escursione facile con racchette Non vi sono pendii ripidi nelle immediate vicinanze <25°
WT2 Escursione con racchette Pendii ripidi ( > 25° ) nelle immediate vicinanze, conoscenze base
nella valutazione del pericolo di valanghe.
Pericolo di valanghe
WT3 Escursione impegnativa con racchette Brevi passaggi ripidi < 30°, conoscenze base nella valutazione del pericolo di valanghe, pericolo di scivolate corte non escluso.
Pericolo di valanghe
WT4 Itinerario alpino con racchette Brevi passaggi ripidi e/o traversate di versanti, parzialmente
cosparsi di rocce. Ghiacciaio povero di crepacci.
Buone conoscenze nella valutazione del pericolo di valanghe Conoscenze di base dell’ambiente alpino. Buona tecnica di progressione.
Pericolo di valanghe
WT5 Itinerario alpino impegnativo con racchette Brevi passaggi ripidi e/o traversate di versanti e/o passaggi rocciosi < 35° Pericolo di cadute esposte e pericoli alpini.
Buone conoscenze nella valutazione del pericolo di valanghe e conoscenze dell’ambiente alpino. Sicurezza nella progressione.
Pericolo di valanghe
WT6 Itinerario alpino difficile Passaggi molto impegnativi > 35°con traversate di versanti e/o passaggi rocciosi. Ghiacciaio ricco di crepacci. Pericolo di cadute esposte o/e in crepacci Buone conoscenze nella valutazione del pericolo di valanghe. Ottime conoscenze dell’ambiente alpino. Sicurezza nella progressione su roccia, nevai e ghiacciai

Vie Ferrate

Grado di difficoltà Requisiti
K1 Itinerario facile Di regola vie tracciate, scalini naturali di grande dimensione,
sono montate corte scale a pioli e staffe metalliche
Passaggi un po’ esposti.
K2 Poco difficile Ci si muove su terreno roccioso ripido e assicurato (catene e funi), lo scalatore è assicurato ad esse. Brevi passaggi esposti.
K3 Abbastanza difficile Tratti più lunghi su terreni rocciosi ripidi e anche esposti, è però largamente assicurato. Non vi è alcun passaggio dove occorra esercitare una forte trazione con le braccia
K4 Difficile Terreni rocciosi ripidi con punti verticali e con piccoli strapiombi
ben assicurati. Il percorso é esposto, nei passaggi esposti o molto ripidi vi è solo una sicurezza costituita da una corda metallica (necessaria forza di braccia). Scale o scalini di ferro solo nei punti più difficili
K5 Molto difficile Vie ferrate sui terreni rocciosi difficili. Sono molto spesso lunghe, continue, impegnative e perciò anche molto faticose. Passaggi verticali o sporgenze della parete sono talvolta dotati solo di corde metalliche; punti d’appoggio artificiali assicurano inoltre solo passaggi estremi. Percorsi per rocciatori esperti e in buona forma
K6 Estremamente difficile Vie ferrate dove necessitano braccia molto robuste, nervi solidi e condizione fisica perfetta. Passaggi lunghi, con assicurazioni molto ridotte nei tratti verticali, che richiedono una notevole resistenza (braccia). Per vie ferrate sportive possono essere molto utili scarponcini da scalata (aderenza) ed eventualmente anche l’assicurazione supplementare del compagno di cordata

Escursionismo

Grado di difficoltà Requisiti
T1 Escursione facile Sentiero ben tracciato, marcatura giallo
terreno pianeggiante o poco inclinato
T2 Escursione di montagna Sentiero con tracciato evidente
Marcatura bianco – rosso – bianco
Passo sicuro
T3 Escursione di montagna impegnativa Traccia visibile sul terreno
Marcatura bianco – rosso – bianco
Passo sicuro, conoscenze base dell’ambiente alpino
T4 Itinerario alpino Sentiero non sempre individuabile
Marcatura bianco – blu – bianco
Passo sicuro,conoscenze base dell’ambiente alpino, discrete
capacità di orientamento
T5 itinerario alpino impegnativo Spesso senza traccia , passaggi d’arrampicata fino al 2° grado
Marcatura bianco – blu – bianco
Scarponi di montagna, buone conoscenze dell’ambiente alpino,
conoscenze base dell’utilizzo della corda.
T6 Itinerario alpino difficile Generalmente senza traccia, passaggi d’arrampicata fino al 2° grado, terreno molto esposto, dimestichezza nell’uso del materiale tecnico d’alpinismo